San Sosti (CS): Turismo Religioso, Culturale e Naturalistico

by - novembre 21, 2018

San Sosti (CS): Turismo Religioso, Culturale e Naturalistico

San Sosti Turismo Religioso Culturale Naturalistico


San Sosti è un piccolo borgo della provincia di Cosenza di circa 2160 abitanti. Il paese si trova in una zona collinare e ricade nell'area del Parco Nazionale del Pollino.

Il borgo si caratterizza per aver attorno un bellissimo paesaggio inoltre è molto rinomato per il Santuario del Pettoruto, un importantissimo attrattore per pellegrini durante tutto l'anno ma soprattutto a Settembre quando si svolge la millenaria fiera in onore della Madonna. 

Altro di bello c'è in questo paesello, oltre ovviamente alla calorosa popolazione che lo vive, vi sono i resti del Castello della Rocca, il Museo Archeologico e Multimediale "Artemis", il Cozzo del Pellegrino e boschi "Il Castagneto", per citarne alcuni.

Ieri, 20 Novembre, il Comune di San Sosti ha ospitato un avvincente Convegno sul Turismo Religioso, Culturale e Naturalistico. Un interessante momento di confronto culturale sul futuro e sulle possibilità di crescita del territorio attraverso il Turismo.

A San Sosti Turismo e Valorizzazione: l'opinione

Durante gli interventi relativi alle interessanti tematiche trattate durante il convegno, ho avuto modo di apprendere e leggere negli occhi della gente presente il desiderio del cambiamento e la speranza di un futuro migliore.

La tematica turismo è particolarmente delicata, affinché produca ricadute positive sul territorio è necessario che si intraprendano percorsi nuovi di crescita e sviluppo, dagli interventi strutturali e di servizi da parte degli enti pubblici per rendere sempre più fruibili e accessibili i territori ai turisti, alla  formazione dettagliata del territorio a fare "ospitalità e a conoscere tutte le dinamiche del fenomeno Turismo"così da essere preparati all'accoglienza turistica.
Urge un programma di valorizzazione del territorio ove tutti gli stakeholder devono operare con sinergia per lo sviluppo sociale, economico e turistico, ovviamente facendo rete.
E' altresì importante garantire modelli di vita sana alle comunità locali ospitanti, perché un cittadino felice della sua terra è il primo che la promuove esaltandone i tratti più tipici.

Il Turismo Contemporaneo è fatto di nuove metodologie e innovativi approcci secondo le strategie di Marketing Territoriale e Turistico con l'incentivazione di forme di Turismo Responsabile, Lento ed Esperienziale che garantiscono, coinvolgimento della comunità, salvaguardia della biodiversità e rafforzamento dell'identità territoriale. 
Unitamente si possono perseguire anche progetti molto più elaborati, ma fondamentale è che a ciò deve necessariamente legarsi passione e mentalità aperta all'innovazione.

Durante il convegno sono state messe in risalto tutte le peculiarità del comune di San Sosti e tutte le possibili strade future di intervento per lo sviluppo. 
Il borgo è caratterizzato da risorse umane preziose, che stanno provando a fare rete e a cercare la giusta strada per sviluppare più adeguatamente il Turismo Religioso, Culturale e Naturalistico tipici della morfologia del borgo.

Interessanti tutti gli interventi da quelli delle Associazioni del luogo, a quelli dei rappresentanti del comune, il Sindaco e l'Assessore al Turismo, e, a comprovare e rimarcare la voglia di crescita del territorio calabrese indispensabili ritengo siano state le conclusioni dell'Onorevole Orlandino Greco.

Per concludere:
"Resto sempre sbalordita davanti a una Calabria che resiste e ai Calabresi che cercano strade future di speranza e di cambiamento".(M.M.)
Per dire, che è giusto che si continui a resistere e che lo si faccia per se stessi e per una terra che merita riscatto per quanto sia bella.

M.Milione
CONDIVIDI SE TI PIACE



You May Also Like

0 commenti

Aziende Green: Natusole di Assunta Guerriero

Aziende Green: Natusole di Assunta Guerriero perché c'è chi valorizza partendo da se stessi Aziende Green Natusole di Assunta Gu...